Notizie di Franchising

L'esperienza dei privati come quella di Cityposte

Scompaiono banconote e monete, presto solo carte

20 aprile 2015 10:50




Se c’è una certezza sulla quale tutti gli economisti concordano, è che presto non avremo più un soldo in tasca o per lo meno ne avremo sempre meno. No, non ci riferiamo al fatto che la crisi economica mondiale ci lascerà tutti più poveri, ma alla reale scomparsa dei soldi dalle nostre tasche. Banconote e monete, infatti, stanno per lasciare sempre più il posto alle monete elettroniche, ossia alle “carte” che ci consentiranno non solo di fare acquisti e pagamenti, ma anche di rendere più semplici tutta una serie di operazioni. Certo, c’è da vincere ancora la naturale ritrosia che una parte della popolazione nutre nei confronti del sistema bancario, considerandone – non a torto – eccessivi i costi e complicati certi meccanismi, ma chi l’ha detto che moneta elettronica significa, necessariamente, collegamento ad un conto bancario? Chi ha detto che pensionati e casalinghe, lavoratori e studenti, ma anche stranieri che lavorano in Italia ed imprese, debbano per forza rivolgersi ad uno sportello bancario, pur di avere una reale alternativa all’uso del contante? Esistono soluzioni diverse.

E’ il caso di City Poste Payment, uno tra i pochi Istituti di pagamento autorizzati da Banca d’Italia, vero e proprio partner ideale per tutti coloro che quotidianamente devono effettuare pagamenti in modo sicuro, ma anche conveniente e flessibile. La risposta di CityPoste Payment alla scomparsa/eliminazione della moneta si chiama“conto di pagamento”, una soluzione appositamente studiata per coloro che non hanno un conto corrente bancario e vogliono però disporre di servizi bancari; per chi vuole evitare/ridurre i costi dei conti correnti bancari (imposte, canoni, ecc.); per chi vuole crearsi un vero e proprio salvadanaio elettronico e per chi vende o acquista online e vuole ricevere o effettuare pagamenti online in modo sicuro e veloce.

Con un costo molto contenuto, 3 € al mese, di gran lunga inferiore alla media degli analoghi conti correnti bancari o postali (ha anche  l’esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo) il conto di pagamento di CityPoste Paymentprevede inoltre l’emissione di una carta di debito affiliata al circuito Bancomat abbinata e l’attivazione del servizio “home banking”, senza costi aggiuntivi. Lo potranno utilizzare pensionati, per canalizzare la pensione e gestirla per le normali esigenze quotidiane; giovani, per l’alto grado di innovazione tecnologica che il servizio di “home baking” presenta; stranieri residenti in Italia, perché potranno accreditare in modo semplice e veloce i bonifici alla propria famiglia nel paese di origine (area SEPA – Single European Payments Area); lavoratori dipendenti, con l’esigenza di canalizzare il proprio stipendio; casalinghe che, pur non disponendo di un’entrata fissa, hanno la necessità di avere una gestione separata della propria disponibilità economica. Il conto di pagamento di CityPoste Payment, però, può essere anche la risposta ideale per partite IVA, società ed enti, con soluzioni studiate sulla base delle loro necessità che comprendano più servizi oltre quello del conto di pagamento.


TAGS: franchising , cityposte , home baking , bonifici , spea , cityposte payment , carta di debito , contante , moneta digitale ,
 

di Redazione, Fonte: Vera Tv

 
Letta 1147 volte
Commenti alla notizia
Non sono ancora presenti commenti. Vuoi essere il primo a scriverne uno ?
Per inserire un commento devi effettuare il login. Se non sei registrato, effettua prima la registrazione

Inserisci le credenziali di accesso

 
 

Non sei registrato? Clicca qui
Hai dimenticato la password ?

Supermercati Elite PicenAmbiente NEPI arredamenti Mail Express Poste Private CityPoste Payment LepidoRent banner Pubblicità su VeraTV