Saldi dal 5 gennaio, ne approfitteranno 6 marchigiani su 10
ansa.it
Condividi:

ANCONA – Manca davvero poco, il 5 gennaio via allo shopping nelle Marche per i saldi invernali. Nel lungo weekend dell’Epifania, secondo il Centro Studi Confcommercio, "sei marchigiani su dieci approfitteranno dei saldi invernali per fare acquisti, generando un giro d’affari di circa 210 milioni, in crescita del 5% rispetto all’anno precedente".


Le stime di Confcommercio Marche centrali, oltre al valore di 210 milioni di euro, parlano di un "acquisto medio a famiglia di 290 euro" e un "acquisto medio a persona di 130 euro". Le stime dell’Ufficio Studi "evidenziano una tenuta della propensione al consumo dei marchigiani, in cui la moda in particolare ha contribuito in maniera determinante alla discesa ed al contenimento dell’inflazione.

"Maglieria, capispalla, piumini, giacconi, scarpe e accessori saranno i prodotti più richiesti dai consumatori marchigiani. Richiesti anche gli articoli tecnologici, seppur in minor quantità rispetto ai prodotti moda, considerate le vendite già registrate durante il Black Friday e il Cyber Monday.

Il rialzo del giro d’affari previsto per i saldi 2024, rispetto a quello dell’anno precedente è motivato soprattutto dal ritardo dell’avvio della stagione invernale, partita solo a novembre con i primi freddi".

Per gli operatori commerciali "i saldi di fine stagione sono l’occasione per avere liquidità, rinunziando magari ai margini desiderati, a favore di una maggiore stabilità aziendale. I saldi possono inoltre trasformarsi in un’importante occasione per rafforzare ed incrementare lo shopping nei negozi di prossimità, considerata l’importanza della componente fiducia nel processo decisionale dei consumatori". 

Tutti gli articoli