Zampacorta, broker assicurativo abruzzese, nelle scene finali di ‘Divin Codino’, su Netflix dal 26 maggio

C’è anche l’abruzzese Dino Zampacorta, punto di riferimento delle assicurazioni legate al calcio, nel film ‘Il Divin Codino’, da ieri (mercoledì 26 maggio) su Netflix. Nella pellicola, diretta dalla regista Letizia Lamartire, il broker assicurativo compare nei titoli di coda, quando vengono proiettate le immagini reali di uno dei calciatori più amati di sempre. Roberto Baggio, quel numero dieci che ai mondiali del ’94 sbagliò il rigore decisivo contro il Brasile, è il giocatore in grado di mettere d’accordo tutti. Il ‘Divin Codino’ tiene conto dei fallimenti della carriera di Roby Baggio e quindi racconta anche le due debolezze come quando si è infortunato prima di passare alla Fiorentina o quando, ormai adulto, non è stato convocato da Trapattoni ai mondiali in Corea nel 2002. Dalla sua, però, ha sempre avuto il pubblico, i tifosi e tra gli abbracci e le strette di mano al vero Baggio, che si vedono al termine del film, c’è anche Zampacorta, pronto a congratularsi con Roby a bordo campo.

leave a reply