Controlli nei ristoranti e chalet della costa, tre strutture multate e un quintale di alimenti sequestrati

I carabinieri della compagnia di Ascoli Piceno insieme all’Ispettorato al Lavoro e al Nas di Ancona hanno messo in atto controlli agli esercizi di ristorazione (chalet, fast food) della Riviera delle Palme.
Sul versante delle normative anti covid, non sono state ravvisate irregolarità.
Sanzioni, invece, sono arrivate per tre strutture precisamente per due stabilimenti balneari ed un ristorante. Nei primi due hanno trovato alimenti non tracciati di provenienza sconosciuta. Un quintale tra pesce e carne che è stato sequestrato.
In un ristorante del centro, invece, è stato individuato un lavoratore in nero, che non era assunto. Per tutti e tre sono scattate sanzioni amministrative.
Arrestato anche un soggetto, un albanese, di 29 anni, che aveva rubato da un negozio del centro 500 euro di capi di abbigliamento di marca.
Bloccato dai carabinieri che erano in zona, per lui sono scattate le manette.

leave a reply