Spiaggia libera ma carica di rifiuti: interviene la Capitaneria, caccia ai responsabili

ORTONA – La Capitaneria di Porto di Ortona, nei giorni scorsi, ha sequestrato un’area di 450 metri quadrati sulla spiaggia libera nel tratto più a sud della località Lido Riccio di Ortona, dove sono stati trovati dei rifiuti di varia natura, che formano dei grossi cumuli.

Il deposito sembra derivare dall’azione di raccolta rifiuti, fra cui anche le alghe ed i materiali organici trasportati dal moto ondoso, al fine di liberare le spiagge attrezzate dell’intera località dalla presenza di materiale ingombrante.

Il sequestro effettuato nei giorni scorsi dai militari della Capitaneria è stato convalidato dalla Procura della Repubblica di Chieti, la quale ha disposto ulteriori indagini per risalire agli autori degli illeciti, ai quali verranno addebitati i costi e gli oneri per lo smaltimento dei rifiuti.

Tra i reati ipotizzati dalla Guardia Costiera c’è anche l’occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo, essendo un’area di spiaggia libera sottratta ai cittadini.

leave a reply