Adesivo in arabo su ape car, aggredito da 3 coetanei: denunciati

CINGOLI – Dacur (Divieto d’accesso alle aree urbane) per tre giovani, di età compresa tra 19 e 23 anni, per avere aggredito e pestato un coetaneo che aveva apposto un adesivo con la scritta ‘Mashallah’ (‘come dio ha voluto’ in arabo).

I fatti sono avvenuti a Cingoli (Macerata) nella notte tra il 2 e il 3 luglio, in un parcheggio pubblico tra le aree comunali adibite a verde pubblico e il bar “Garden”, luogo di ritrovo di giovani del posto e dei Comuni limitrofi.

Tutti italiani i protagonisti. Un gruppetto di ragazzi ubriachi ha preso a testate e pugni l’altro giovane per l’adesivo. Aggredita e minacciata anche un coppia intervenuta in soccorso della vittima.

I carabinieri della Stazione di Cingoli, intervenuti sul posto, hanno raccolto varie testimonianze che hanno permesso di denunciare i tre giovani per rissa.

Considerando anche la loro pericolosità, i militari hanno chiesto e ottenuto dalla Questura di Macerata l’emissione dei provvedimenti di Dacur, che vietano l’accesso ad ad alcuni locali di Cingoli e al parcheggio.

Uno dei tre è stato anche denunciato perché sorpreso presso uno dei luoghi vietati dal provvedimento, notificatogli pochissime ore prima. La notifica di due dei Dacur è stata formalizzata solo ieri perché i destinatari sono rientrati dall’estero al termine di una vacanza.

leave a reply