Nuovo ospedale, il comitato tecnico ha scelto il sito di Muraglia

PESARO – Muraglia ospiterà il nuovo ospedale pesarese. Regione Marche e Comune di Pesaro informano in una nota congiunta che “il Gruppo di lavoro tecnico per l’individuazione del sito del Nuovo Ospedale di Pesaro ha concluso oggi i suoi lavori, producendo la sua Relazione tecnica finale.

La Relazione consiste in un elaborato tecnico di 12 pagine in cui sono riportati analiticamente i punti di forza e debolezza dei due siti di Case Bruciate e Muraglia, analizzati secondo 4 parametri di valutazione: qualità e funzionalità sanitaria; sostenibilità ambientale e urbanistica; costi dell’investimento; tempi di realizzazione. In sintesi, non vi sono sostanziali differenze in merito ai tempi; si sono riscontrati evidenti vantaggi per Muraglia in relazione sia alla qualità e funzionalità sanitaria, sia in riferimento agli aspetti ambientali e urbanistici.

Sul piano dei costi, a seguito delle ottimizzazioni possibili nelle due aree per la realizzazione del “Nuovo Ospedale di Pesaro”, nel sito di Muraglia emerge una significativa riduzione del costo totale che scende fino a circa 150 milioni di euro, mentre rimane pressoché invariata la stima di 140 milioni di euro per il sito di Case Bruciate.

Per il sito di Case Bruciate permane un vantaggio economico immediato dovuto principalmente alla perdita del valore patrimoniale degli edifici oggetto di demolizione nel sito di Muraglia; tale vantaggio però viene ridotto se analizzato a lungo termine in funzione della valutazione dei costi emergenti derivanti dall’avere due sedi in luogo di una nella città di Pesaro e dalla differente distanza dei due siti dall’Ospedale Santa Croce di Fano.

Dalla valutazione integrata e congiunta, sistematica e complessiva, dei punti di forza e di debolezza di ciascun sito relativa ai 4 parametri di valutazione, i componenti del Gruppo di lavoro individuano come migliore soluzione possibile la localizzazione del nuovo plesso ospedaliero nel sito denominato Muraglia, in considerazione delle motivazioni e degli aspetti tecnici esposti in precedenza”.

leave a reply