Sant’Elpidio a Mare – Dopo il camper vaccinale arriva in città uno screening destinato alla popolazione scolastica

Dopo la definizione della presenza del Camper Vaccinale (mercoledì 17 novembre presso il piazzale delle poste) l’Amministrazione Comunale continua a mettere in campo iniziative che mirano a prevenire la diffusione del Covid-19.

Sabato 20 e domenica 21 novembre (si sono scelte queste date confidando su una maggiore disponibilità delle famiglie essendo un fine settimana) sarà data la possibilità a tutti gli studenti delle scuole primarie e secondarie del territorio nonché a quelli delle scuole per l’infanzia, al personale ATA e agli insegnanti di partecipare ad uno screening destinato alla popolazione scolastica con test antigenici.

“Questa Amministrazione Comunale è pronta a mettere in campo tutti gli strumenti di cui dispone per poter evitare che i contagi da Covid-19 aumentino soprattutto tra la popolazione scolastica – dice il Sindaco, Alessio Terrenzi – ed abbiamo voluto finanziare test antigenici da effettuare in due momenti: il primo nel prossimo fine settimana, il 20 e 21 novembre e, a seguire, il 15 e 16 gennaio, dopo la pausa natalizia. I tamponi potranno essere effettuati nella zona della bocciofila dove sarà allestito, seguendo tutti i protocolli, un drive-in che renderà semplici le procedure.
Pur essendo la città con il maggior numero di positivi in questo periodo, l’Amministrazione Comunale non è mai rimasta a guardare. Anzi, abbiamo sempre proposto eventi ed iniziative culturali nel massimo rispetto della legge, delle norme anti-Covid e ne è prova il fatto che nessun contagio è scaturito dalla partecipazione agli eventi. Penso alle feste per il Patrono, alla stagione teatrale, al festival Libri a 180°, solo per citarne alcuni. Questo è segno che l’Amministrazione Comunale, insieme alla Polizia Locale, ed agli uffici sono stati sempre all’erta e vicini ai cittadini: anche quando siamo stati più restrittivi, quando abbiamo chiuso le scuole, i cimiteri, i parchi e le strutture comunali lo abbiamo fatto prendendoci pure delle critiche ma tenendo al primo posto la salute di tutti i cittadini.
Quando si è verificato il focolaio alla bocciofila ci siamo subito attivati disponendone la chiusura e l’attenzione è sempre stata massima, come abbiamo sempre fatto e come continueremo a fare. Io ritengo che il livello di guardia debba restare altro anche nei prossimi mesi perché è vero che in questo momento il picco dei positivi in città sta calando ma è anche vero che con l’abbassarsi delle temperature la carica virale aumenta per cui c’è da aspettarsi dei nuovi aumenti dei positivi da qui in avanti. Torno a ribadire, poi, la necessità delle vaccinazioni: sono sempre più convinto che sia l’unica strada percorribile per salvare le vite”.

leave a reply