Un arresto e tre denunce, altro smacco dei carabinieri alla criminalità

ASCOLI PICENO – Un altro colpo alla criminalità, quello messo a segno nelle ultime ore dai carabinieri di Ascoli Piceno.

A Castel di Lama, infatti, gli agenti hanno effettuato un controllo in alcuni appartamenti del centro per verificare la presenza di stranieri irregolari sul territorio italiano.

Il servizio ha permesso di identificare oltre 40 soggetti e rintracciare un cittadino nigeriano di 52 anni che, dietro compenso, dava ospitalità ad un connazionale 29enne, già colpito da un provvedimento di espulsione dell’agosto 2021 emesso dal questore.

L’ospitante è stato denunciato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina mentre il 29enne per inottemperanza al provvedimento di espulsione.

Quest’ultimo è stato trovato in possesso di una dose di marijuana per cui è stato segnalato come assuntore alla prefettura. In un appartamento attiguo i carabinieri hanno identificato un altro cittadino nigeriano 33enne, trovato in possesso di due patenti di guida a lui intestate e rilasciate da autorità straniere, palesemente contraffatte nonché di una dose di marijuana, per cui è stato denunciato per falsificazione di documenti di guida e segnalato alla prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti.

Infine, i carabinieri hanno rintracciato ad Offida ed arrestato un soggetto 56enne del posto, sul quale pendeva un provvedimento di cattura per truffa e spendita di monete false, emesso dal tribunale di sorveglianza di Macerata, dovendo scontare otto anni e sette mesi di reclusione.

In pieno centro a San Benedetto, invece, gli agenti hanno denunciato per porto abusivo di armi due 18enni del posto trovati in possesso di un coltello a serramanico e di una modica quantità di marijuana per cui verranno anche segnalati alla Prefettura come assuntori.

leave a reply