Blitz negli impianti sportivi dell’Istituto Acerbo-Manthoné a Rancitelli, cinque persone denunciate: occupavano abusivamente l’area

PESCARA – Blitz dei Carabinieri di Pescara, questa mattina, a Rancitelli, dove ci sono gli impianti sportivi dell’Istituto Tecnico Statale Acerbo – Manthoné, occupati da alcune famiglie rom del quartiere.

Giunti sul posto, i militari hanno accertato la presenza di queste persone nell’intera area. È partita quindi una mirata attività investigativa che ha condotto al sequestro preventivo di tre campi da calcio su disposizione del Sostituto Procuratore Sciarretta e del Gip Colantonio.

Cinque le persone denunciate, alle quali sono stati contestati i reati di invasione di terreni ed edifici e danneggiamento in concorso.

Le famiglie che hanno occupato l’area ne avevano adibito parte a pollaio accessibile soltanto agli occupanti attraverso un cancello chiuso da un lucchetto apribile con chiave nella loro esclusiva disponibilità, impedendone di fatto l’utilizzo dell’ente proprietario e dell’Istituto scolastico.

L’area posta sotto sequestro, di proprietà della Provincia di Pescara, tornerà presto nella disponibilità dell’Istituto Manthoné. Gli studenti, a causa di questa indebita occupazione, da anni non potevano svolgere attività sportiva.

L’Area posta sotto sequestro verrà restituita all’Amministrazione provinciale di Pescara che si occuperà di ripristinarla e di restituirla alla sua naturale destinazione d’uso.

leave a reply