Notaresco-Samb, le pagelle. De Sena croce e delizia, Svarups oggetto misterioso

di Pier Paolo Flammini

KNOFLACH 5,5 Incerto in occasione del gol di Speranza: l’angolo non era certo calciato da un Roberto Carlos, la traiettoria era a ridosso della sua posizione e sarebbe dovuto uscite coi pugni. Viene poi tratto in inganno dall’intervento errato di Varga. Bene in avvio su una conclusione pericolosa a seguito della deviazione di Lorenzoni.

LORENZONI 6 Che forse il ruolo di terzino gli si addica più di quello di centrocampista? Di fatto dalle sue parti non si rischia quasi nulla e nella ripresa dà un buon contributo alla propensione offensivo soprattutto nella ripresa. Non male quando può partire in progressione approfittando degli spazi più larghi concessi ad un terzino.

ALBONI 6 Solito furetto sulla destra, commette qualche errore nel primo tempo mentre nella ripresa a volte è troppo impulsivo anche se va al cross molte volte. Pecca nella fase difensiva nel momento migliore del Notaresco, ovvero nella metà del primo tempo.

VARGA 5,5 Sul gol del vantaggio di Speranza salta fuori tempo, così da sfiorare soltanto il pallone e lasciare libero il giocatore del Notaresco. Forse trae in inganno anche Knoflack. Balla la rumba nel quarto d’ora successivo, si riscatta nella ripresa quando non concede neanche un centimetro. Sfiora il gol in avvio con una bordata che Shiba miracolosamente respinge.

ZGRABLIC 6 Anche lui va in bambola a metà primo tempo sulle incursioni rapide dei padroni di casa. Nella prima frazione gioca spesso palla con lanci lunghi inutili quando non precisi. Meglio nel secondo tempo, si guadagna così la sufficienza.

LULLI 6 Non è il miglior Lulli anche se ci eravamo illusi nel finale della partita contro il Castelnuovo di averlo già ritrovato. Mister Antonioli afferma che senza l’infortunio di Angiulli non avrebbe giocato perché non in forma. Macchinoso nell’impostazione gli va dato atto di diventare una diga nella ripresa e se la Samb ha piantato le tende nel centrocampo di casa gran parte del merito è suo. Lo aspettiamo.

ZANAZZI 5,5 Un passo indietro rispetto alla bella prova di tre giorni prima. Riproposto nello stesso ruolo, parte bene poi si inombra. Antonioli lo sposta da trequartista nella ripresa ma non brilla neppure. Risale di un tono nel quarto d’ora finale, quando torna a centrocampo e Di Domenicantonio ha il compito di inventare lì davanti.

FRULLA 5,5 Antonioli ha spiegato che era affaticato per la partita di domenica scorsa. Rimedia un giallo che ne compromette la lucidità, rischia la seconda ammonizione poi viene sostituito giustamente.

LISI 6 Sembra estraneo alla manovra per gran parte dell’incontro, e così il raccordo tra il centrocampo per altro affaticato e l’attacco viene meno, se non nei lanci lunghi o negli scambi dei due attaccanti. Non va meglio nella ripresa come mezz’ala, anche se nel finale ha ancora grinta e corsa e riscatta una prova altrimenti opaca.

FERRI MARINI 6 Due belle conclusioni dal limite dell’area impegnano severamente Shiba nei 20 minuti iniziali. Si spegne nella ripresa, forse soffrendo l’andamento della gara, con la Samb che ha chiuso il Notaresco in difesa e i padroni di casa compatti dietro senza neanche tentare le ripartenze. Sostituito quando non ne ha più.

DE SENA 6,5 Croce e delizia. Non solo per l’ambivalente giudizio sul rigore sbagliato e sul gol nel finale. C’è un po’ di tutto: un primo tempo dove non punge e si limita ad un paio di triangolazioni veloci con Ferri Marini, un avvio di ripresa impalpabile e poi il resto. Si procura un rigore (generoso) approfittando di un leggero contatto in area, lo calcia pur bene ma Shiba sembra l’Uomo Ragno, poi – quasi come a Nereto, altra terra teramana e altro e unico punto in trasferta) segna nel finale un gol da vero centravanti di rapina. E sono tre.

DI DOMENICANTONIO 6,5 Suo l’assist, pur fortunosamente deviato, per il gol di De Sena. Non esulta, però, e torna dietro sfogando in silenzio la rabbia dell’ennesima panchina, anche se i compagni corrono a festeggiarlo. Antonioli fatica ad inserirlo ma nel secondo tempo mancava come il pane un uomo che si allargasse sulle fasce e sapesse saltare l’avversario. Oltre all’assist anche un buon numero di traversoni e un paio di tiri che avrebbero meritato migliore sorte (e precisione).

SVARUPS 5,5 Un vero oggetto misterioso. La sua fisicità sembra prorompente ma poi pecca di precisione e di alcuni fondamentali. Sembra un incompiuto.

PERONI 6 Entra e dopo un minuto la Samb va in gol: sembra un segno del destino. Al posto di uno sfiancato Lulli ma forse poteva fare il suo ingresso prima sostituendo un altro under come Lisi o Zanazzi e lasciando un ulteriore cambio over con Ferretti nel finale.

ANTONIOLI 6 Primo punticino per l’ex allenatore del Ravenna lontano dal Riviera. Punto pesante per come si era messa la gara e che sarà valutato al meglio a seconda del risultato che si farà a Montegiorgio. Un po’ tardivo nei cambi, ne ha sfruttati solo tre sui cinque disponibili privandosi per 65 minuti di un giocatore alla Bruno Conti e tenendo un certo Ferretti in panchina.

Ha ragione nell’attendere rinforzi perché al momento sono più i partiti che gli arrivati, ma poi ci dovrà mettere anche del suo modificando l’assetto in campo e lo scheletro over/under secondo necessità. Gli esempi? Valutare la possibilità di portare in panchina Abbrandini e decidere se inserirlo anche a partita in corso – oltre ad esempio a Pica, se valido – in modo da poter schierare qualche over in più in attacco se necessario.

leave a reply