Uccide la moglie a coltellate, tragedia di Natale nel Pesarese

Spread the love

GRADARA – Era convinto che la tradisse e l’ha uccisa con quattro coltellate al petto nella notte tra il 25 e il 26 dicembre. La vittima del femminicidio di Natale, una 60enne di origini moldave si chiamava Natalia Kyrychok. A finire in carcere il marito 80enne, Vito Cangini, pensionato di Gradara.

Il delitto si sarebbe compiuto all’interno dell’abitazione in circostanze e modalità ancora da chiarire anche se da una prima ipotesi, la gelosia avrebbe innescato l’ultimo litigio tra i due, fino a degenerare in modo irreparabile.

La scoperta del corpo, in camera da letto, è stata fatta nel pomeriggio di Santo Stefano dai carabinieri che stanno conducendo le indagini e che hanno lavorato tutta la notte sulla scena del delitto.

La donna lavorava in un ristorante e quando ieri non si è presentata sono iniziate le prime chiamate da parte dei titolari del locale, fino ad arrivare alla terribile scoperta poche ore più tardi.

leave a reply