Slitta il consiglio sulla Shoah, per l’assenza dei grandi elettori

ANCONA – Il consiglio regionale dedicato al Giorno della Memoria merita la massima presenza. E così il presidente del consiglio, Dino Latini, ha deciso di rinviarlo al primo febbraio alle 10, dopo che questa settimana il consiglio non si è potuto svolgere essendo in corso le votazioni per l’elezione del presidente della Repubblica a cui partecipano anche tre grandi elettori marchigiani Francesco Acquaroli, lo stesso Latini e Maurizio Mangialardi.

Martedì, la prima parte dei lavori sarà dedicata alla ricorrenza per commemorare le vittime dell’Olocausto. Al termine è prevista la seduta ordinaria con all’ordine del giorno, tra le altre cose, la proposta di legge in favore dei soggetti affetti da fibromialgia e da sensibilità chimica multipla (relatori i consiglieri Carlo Ciccioli di Fdi e Maurizio Mangialardi del Pd) e la proposta di legge di rafforzamento innovativo delle filiere e dell’ecosistema regionale dell’innovazione nelle Marche (relatori i consiglieri Mirko Bilò per la Lega e Manuela Bora del Pd).

leave a reply