“PretenDiamo legalità”, incontro con gli studenti su bullismo ed cyberbullismo

SENIGALLIA – Nell’ambito del progetto “PretenDiamo Legalità”, promosso dalla Polizia di Stato per sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto delle regole, nella giornata odierna si è svolto un interessante incontro presso l’Istituto Alberghiero “Panzini”.
Alla presenza di numerosi studenti frequentanti il triennio dell’Istituto, sia in presenza, all’interno dell’aula magna, che in video-collegamento con le altre classi dell’istituto, funzionari del Commissariato di P.S. di Senigallia e del Compartimento Polizia Postale per le Marche di Ancona hanno trattato alcuni temi profondamente legati all’età giovanile e di stretta attualità.
Nella prima parte dell’incontro sono stati affrontati temi legati all’uso di sostanze stupefacenti e delle sostanze alcoliche mettendo in rilievo i rischi connessi ed anche le conseguenze che derivano dall’uso di tali sostanze sia sotto il profilo amministrativo ma anche penale. Poi sono stati trattati anche i temi legati al bullismo ed a tutte le forme in cui questo si può manifestare.
In particolare il personale in servizio al Compartimento Polizia Postale per le Marche di Ancona ha trattato in modo approfondito tutta una serie di aspetti che attengono al fenomeno del cyberbullismo, cioè di tutte quelle condotte tipiche del bullismo, come la violenza e l’aggressione verbale, l’offesa e la derisione, la minaccia, che vengono realizzate utilizzando gli strumenti elettronici e le più comuni applicazioni, specie di uso comune tra i più giovani.
Sono state messe in risalto tutte le conseguenze che possono derivare da tali comportamenti che, oltre a ledere profondamente l’immagine del giovane vittima di tali forme di bullismo poiché raggiungono un numero indeterminato di utenti della rete, possono determinare anche conseguenze sotto il profilo penale.
Inoltre, il personale del Compartimento Polizia Postale per le Marche di Ancona ha fornito agli studenti tutta una serie di informazioni e consigli per un uso corretto dei vari supporti informatici oggi in uso tra i più giovani, cercando di far comprendere quanto sia importante che tali strumenti vengano utilizzati in modo appropriato evitando, invece, che siano utilizzati per scambio di testi o di immagini dal contenuto provocatorio o offensivo.
L’incontro rientra in un più ampio ciclo di incontri che vede costantemente impegnato il personale della Polizia di Stato all’interno delle scuole al fine di divulgare, tra i giovani, informazioni e consigli su corretti comportamenti e sul rispetto delle regole del vivere civile.

leave a reply