Boxe e ragazzi, a San Benedetto in piazza da tutte le Marche

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Che boxe, ragazzi! Sabato 30 aprile si è svolto in piazza Giorgini di San Benedetto il secondo criterium regionale giovanile di pugilato dell’anno 2022 organizzato dalla responsabile del settore giovanile marchigiano Francesca Pignati dell’Accademia Pugilistica 1923 di Jonny Cocci, sempre supportata dal Presidente della FPI Marche, Luciano Romanella che ha aperto e chiuso i giochi con la sua proverbiale verve.

I criterium sono gare riservate a tutti i giovanissimi atleti tesserati alle Associazioni Sportive Dilettantistiche di pugilato delle Marche in quattro categorie: Cuccioli (5-7 anni), Cangurini (8-9 anni), Canguri (10-11 anni) e Allievi (12-13 anni).

Tutti loro sono stati chiamati a confrontarsi in prove atletiche, tecnico-tattiche di matrice ludico-ricreativa ma propedeutica alla pratica del pugilato e giudicati da esperti arbitri federali in ambito nazionale ed internazionale: Sauro Di Clemente ed Elisa Pecorari.

Boxe giovanile in Piazza Giorgini

Le prove dei Criterium inoltre sono valevoli per l’accesso alla Coppa Italia che è il torneo nazionale di pugilato giovanile a cui l’Accademia Pugilistica sambenedettese 1923 ha già partecipato a Marzo e che si ripeterà nel mese di giugno.

Le gare, che sono iniziate nel primo pomeriggio e si sono protratte per tutta la giornata dato l’eccezionale numero di bambini arrivati da tutta la regione accompagnati dai loro genitori e tecnici, sono state piacevolmente dirette dallo speaker Luca Pignati, frontman spigliato e brillante, già doppiatore e annunciatore radiofonico.

L’evento è stato patrocinato dal comune di San Benedetto del Tronto, l’assessora allo sport Cinzia Campanelli ha subito accolto di buon grado l’iniziativa ed il Sindaco Spazzafumo nel suo discorso di apertura ha sottolineato che è fondamentale incentivare lo sport come unica “medicina” per i ragazzi contro il disagio giovanile.

Ospite d’onore dell’evento, l’orgoglio sambenedettese Roberto Bassi, titolo italiano dei supermedi nel 2015, un esempio di impegno, determinazione e coraggio nel perseguire i propri sogni per tutti i giovani atleti.

Sette le scuole di pugilato presenti, provenienti da tutta la regione: Pugilistica Dorica di Ancona del Maestro Adelchi Tonucci, bambini accompagnati dall’aspirante tecnico Gabriele Giovannelli; Accademia Pugilistica Settempedana del Maestro Giuseppe Vesprini; la Boxing Academy Loreto del Maestro Alessandro Cossu con l’aspirante tecnico Davide Astolfi; la Nike Fermo del Maestro Fausto Rocco; la Pugilistica Feretrana del Maestro Luca De Marco; l’Ascoli Boxe del Maestro Attilio Romanelli con l’aspirante tecnico Francesca Caputo ed ovviamente l’Accademia Pugilistica 1923, organizzatrice dell’evento, con l’aspirante tecnico più giovane delle Marche, Emanuele Ansalone e la responsabile del settore giovanile Francesca Pignati.

Importante anche la presenza del responsabile nazionale per i progetti scolastici: il professor Ivan Traini, grazie al quale il pugilato è sempre più presente anche nelle scuole secondarie di secondo grado con il progetto “Boxando si impara” e nelle scuole secondarie di primo grado con il progetto “Scuola attiva Junior” che ha visto partecipi nel nostro territorio l’Istituto tecnico commerciale, curvatura sportiva, di San Benedetto del Tronto, con la Professoressa di educazione fisica Maria Elena Piccinini, con il tecnico Cristian Giantomassi, ex campione olimpionico e la scuola media Virgo Lauretana di Grottammare con il professor di educazione fisica Francesco Paolini.

È stato un sabato pomeriggio impegnativo per i giovani atleti marchigiani ma anche una festa con palloncini, zucchero filato, gonfiabili per tutti i bambini presenti in piazza.

leave a reply