L’Aquila – Funerali del piccolo Tommaso, la Basilica di Collemaggio ha accolto l’intera comunità

Tutti i cittadini, vicini alla famiglia di Tommaso, con profonda commozione hanno salutato il piccolo perché, come ha detto l’Arcivescovo dell’Aquila e Cardinale Giuseppe Petrocchi durante la cerimonia, la morte di un bambino ha il potere di provocare una mobilitazione di cuori.
“Si accende la commozione, perché ogni bambino è patrimonio sacro dell’intera umanità”, ha detto il Cardinale nella sua omelia.
“La nostra gente, che ben conosce il dolore, è stretta ai genitori del piccolo Tommaso”, morto nella tragedia dell’Asilo Primo Maggio di Pile. “La città è tutta qui”, ha proseguito l’Arcivescovo.
“Il dolore estremo, il più lacerante che possa colpire un essere umano è la sofferenza dei genitori che vedono morire un figlio”.

Ma dov’è adesso il piccolo Tommaso?
“Alle porte del Paradiso è stato accolto da Maria” ha detto il Cardinale.

Oltre ai cittadini, alla cerimonia funebre, hanno partecipato il Presidente Marco Marsilio, il Prefetto dell’Aquila Cinzia Torraco, il Sindaco Pierluigi Biondi, il Sindaco di Teramo e presidente dell’Anci Gianguido D’Alberto e alcuni assessori e consiglieri regionali.

La bara è bianca, così come i fiori, e per Tommaso c’era anche un orsacchiotto di peluche.
Palloncini bianchi e azzurri sono stati fatti volare in cielo e, da parte della scuola dell’infanzia di Pile, un lenzuolo bianco con la scritta Ciao Tommaso, le impronte delle manine degli altri bimbi e un cuore rosso.

leave a reply