Sacrificio dei poliziotti per i servizi di rappresentanza. Moschella: “Servono più uomini”

ANCONA – Nel mese di luglio, ogni sabato mattina, si stanno espletando servizi aggiuntivi di prossimità e rappresentanza a Piazza Miramare di Marcelli di Numana, raddoppiati dal 9 con quelli a Senigallia.
La nuova attività a mare, voluta dal questore Cesare Capocasa, sarebbe prevista per tutta l’estate allo scopo di mostrare alla popolazione le attività delle articolazioni della Polizia di Stato, divulgare materiale informativo e palloncini gonfiati manualmente.
A Numana il gazebo viene installato quando tutti corrono ad accaparrarsi gli unici posti sulle spiagge libere a causa del sold-out degli ombrelloni degli stabilimenti, con l’impiego di diversi poliziotti, fuoristrada della Questura ed elicotteri della Polizia, mentre a Senigallia l’iniziativa si svolge a piazza Saffi nel centro storico, di mattina poco frequentato.
“In ogni occasione il Sap, il sindacato autonomo più rappresentativo in provincia e in Italia – afferma il segretario provinciale Filippo Moschella – ha manifestato la propria solidarietà ai colleghi impiegati, gli stessi che garantiscono i servizi minimi essenziali alla cittadinanza facendo ricorso al servizio straordinario.
Inoltre, sono mesi che il Sap rappresenta a Capocasa le difficoltà connesse alla diminuzione costante degli organici degli uffici, a partire dalle Volanti che garantiscono il pronto intervento tutto l’anno, continuando con gli uffici investigativi e burocratici come la Squadra Mobile, la Digos, l’Anticrimine, l’Amministrativa e l’Immigrazione oberata per l’accoglienza dei profughi e i richiedenti asilo che stazionano per strada giorno e notte davanti alla Questura, e terminando ai Commissariati che non riescono a garantire nemmeno la Volante nelle ventiquattro ore.
La risposta di Capocasa sono stati i servizi di rappresentanza estivi mattutini comprensivi anche oggi dal costosissimo elicottero della Polizia, mentre i quotidiani riportano continuamente notizie riguardanti criticità notturne.
Servirebbero più uomini, ma il Viminale non ha aggregato nessun poliziotto nella Provincia di Ancona per la stagione estiva. Se consideriamo che nella Regione Marche Senigallia è stata la località col maggior numero di arrivi e presenze turistiche, seguita da San Benedetto del Tronto e Numana e che in estate sono già arrivati o arriveranno 8 operatori a Pesaro, 8 al Commissariato di Civitanova Marche, 15 al Commissariato di San Benedetto del Tronto e 5 ad Alba Adriatica/Martinsicuro (Teramo) uno dei quali proveniente da Senigallia, è lecito pensare che qualcosa non ha funzionato nella programmazione e che la Provincia di Ancona non è stata potenziata a favore di altre località.
Insomma, il Sap ribadisce l’inopportunità della reiterazione dei servizi aggiuntivi estivi di rappresentanza, anche in considerazione dell’aumento esponenziale dei servizi di ordine pubblico per le centinaia di manifestazioni programmate, proponendo al Questore di utilizzare con maggiore efficacia i gazebi dando ombra agli stranieri costretti ad attendere per ore sotto al sole davanti alla Questura.”

leave a reply