Il maltempo non ferma la Quintana, diretta su Vera tv dalle ore 16.15

Rullo di tamburi, squilli di chiarine: è tempo di Quintana. Lo scroscio di pioggia non ha fermato la manifestazione, con il corteo iniziale che è partito però con qualche minuto di ritardo. Slitta quindi di circa quindici minuti anche la nostra diretta, inizialmente prevista per le ore 16, sul canale 11 per le Marche e 79 in Abruzzo.

Una giornata quella di oggi ad Ascoli caratterizzata dalla rievocazione storica e dalla giostra della tradizione in onore del patrono della città Sant’Emidio.

C’è attesa per la sfida tra i sei sestieri che si preannuncia avvincente con i cavalieri che si daranno battaglia fino all’ultimo assalto: Massimo Gubbini di Tufilla cercherà di ripetere la quintana perfetta realizzata a luglio ma dovrà difendersi da un Luca Innocenzi di Solestà che vuole tornare a vincere dopo aver visto sfumare il palio nell’ultima giostra per solo due decimi di secondo. Vorrebbe sparigliare le carte Lorenzo Melosso di Romana.

Il cavaliere ascolano ha dimostrato di poter competere con i due favoriti ma deve necessariamente pulire la sua prestazione ed evitare qualche errore di troppo.  C’è poi Pierluigi Chicchini di Sant’Emidio che può essere considerato il vero outsider dal Momento che sta prendendo sempre più confidenza con la giostra ascolana. L’arma in più per il portacolori rossoverde potrebbe essere  l’entusiasmo del suo sestiere dopo che gli sbandieratori e i musici hanno conquistato una meritatissima promozione in A1.

C’è voglia di riscatto anche negli altri due sestieri: Mattia Zannori di Maggiore vuole riscattare la brutta prestazione di luglio mentre  Nicolas Lionetti che vuole scrollarsi di dosso l’etichetta di eterna promessa ed è concentrato per disputare una giostra da protagonista. Intanto, ieri al termine dell’Offerta c’è stata l’estrazione per decidere l’ordine degli assalti al moro: a gareggiare per primo sarà Sant’Emidio seguito da Porta Romana, Porta Tufilla, Porta Maggiore, Piazzarola e Porta Solestà.

All’emozione della sfida al Campo dei giochi, si unisce l’eleganza e l’unicità del corteo per le vie del centro storico con la partecipazione di oltre 1500 figuranti vestiti in abito medievali.

leave a reply