Un tatuaggio incastra il rapinatore delle farmacie: è un giovane del posto

Spread the love

SAN BENEDETTO – Armato di coltello, lo scorso 1° luglio, un uomo travisato in volto, aveva messo a segno una rapina ai danni della farmacia Salaria, a Porto d’Ascoli, sottraendo l’incasso di circa 2mila euro.

L’uomo, dopo aver simulato di essere interessato all’acquisto di un integratore, aveva puntato il coltello ad una delle addette e, sotto minaccia, si faceva consegnare il denaro contenuto in cassa. Quindi era fuggito a piedi.

L’intervento del personale del Nucleo Operativo dei Carabinieri di San Benedetto del Tronto, e le riprese delle telecamere di videosorveglianza, hanno permesso di seguire i movimenti del malvivente e di riconoscerlo dai tatuaggi.

Si tratta di un giovane pregiudicato residente in zona, segnalato alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, quale responsabile del grave reato.

Circa un mese dopo, il 4 agosto, un’altra rapina era andata in scena alla farmacia in zona Agraria, a poche centinaia di metri dall’altra attività colpita in precedenza.
Stavolta il rapinatore aveva fatto finta di acquistare dei preservativi per poi passare dall’altra parte del bancone. Puntando sul fianco della farmacista il grosso cacciavite che impugnava come arma, si era fatto consegnare i 1.200 euro custoditi in cassa.

In questo caso però il giovane autore del fatto indossava un giubbino a maniche lunghe, indumento insolito date le alte temperature del periodo e messo volutamente per nascondere tatuaggi o altri segni distintivi presenti sulle braccia.

In questo caso, sulla scorta delle descrizioni fornite e del modus operandi identico alla prima fattispecie, il personale di Polizia giudiziaria del Commissariato di S. Benedetto del Tronto è riuscito ad identificare l’autore come lo stesso soggetto della rapina del 1° luglio.

La Procura di Ascoli Piceno, valutati gli elementi acquisiti, ha richiesto la misura cautelare della custodia cautelare in carcere a carico del giovane identificato.
Lo scorso 16 settembre, il Gip, accogliendo in toto le risultanze investigative e la tesi accusatoria prospettata dalla Procura della Repubblica, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del prevenuto.

Il rapinatore seriale è stato dunque arrestato sabato scorso dalla Polizia e si trova ora recluso nel carcere di Marino del Tronto.

leave a reply