Giorgio De Vecchis abbandona la maggioranza, Rivoluzione Civica si astiene: Spazzafumo resiste

di Pier Paolo Flammini

DOMANI NEL TG DI VERATV ORE 13 TUTTI I DETTAGLI DEL CONSIGLIO COMUNALE

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Consiglio comunale di San Benedetto che si apre con un minuto di silenzio in ricordo delle vittime dell’alluvione di Senigallia. I primi punti all’ordine del giorno scorrono velocemente, ma il tema dell’assise odierna è il Bilancio Consolidato e la questione della Picenambiente Srl, che potrebbe portare fratture in seno alla maggioranza con il consigliere Giorgio De Vecchis sugli scudi e in contrasto con la linea del sindaco Spazzafumo.

Segui la diretta.

PRIMI PUNTI ALL’ORDINE DEL GIORNO

  1. APPROVAZIONE VERBALI SEDUTE PRECEDENTI DEL 30/07/2022
  2. COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO IN MERITO ALLA FORMAZIONE DEL “GRUPPO MISTO” CONSILIARE ED ALLA NOMINA DEL RELATIVO CAPOGRUPPO
  3. INFORMATIVA DEL SINDACO AL CONSIGLIO COMUNALE SU UTILIZZO FONTI DI FINANZIAMENTO VINCOLATE
  4. AGGIORNAMENTO DEL “CATASTO DELLE AREE PERCORSE DAL FUOCO” AI SENSI DELL’ART. 10 COMMA 2 LEGGE 21 NOVEMBRE 2000, N. 353 “LEGGE QUADRO IN MATERIA DI INCENDI BOSCHIVI”, modificata dal D.L. 8.11.2021 n. 120, convertito con modificazioni in Legge 8/11/2021 n. 155 – ANNUALITÀ’ FINO AL 2021- ADOZIONE.

ALLE ORE 21.18 L’ASSESSORE AL BILANCIO PELLEI INTRODUCE I DUE PUNTI RELATIVI ALLA VARIAZIONE DI BILANCIO

  1. RATIFICA VARIAZIONI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2022/2024
  2. VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2022/2024 PER INTERVENTI IN AMBITO SOCIALE E LAVORI PUBBLICI. AGGIORNAMENTO DEL PROGRAMMA TRIENNALE 2022/2024 ED ELENCO ANNUALE DEI LAVORI PUBBLICI

Pellei spiega i vari punti del bilancio che sono stati modificati, tra cui diversi interventi relativi alle scuole.

ANNALISA MARCHEGIANI, EUROPA VERDE: si portano in Consiglio delle ratifiche giustificate da questioni di urgenza, ma le criticità legate alla ripresa dell’anno scolastico sono prevedibili, non giustificate da alcuna urgenza.

Ma riguardo al punto 6, io non trovo riscontro dei 70 mila euro già incassati, e lo sottolineo… ricordate i maggiori fondi da canone unico di occupazione suolo pubblico con i quali volevate finanziare il festival del Brodetto? Vorrei sapere dove sono, non sono a vostra discrezione, è il Consiglio Comunale che decide l’impiego di questa somma?

ANDREA TRAINI, FRATELLI D’ITALIA Non ritengo che ci siano i presupposti di legge per la prima delibera, non ci sono i motivi di urgenza.

PELLEI Sui 70 mila euro, preciso che sono risorse che arrivano per 55 mila euro dai parcheggi, ma non sono somme destinate perché stiamo attendendo indicazioni dal governo per il caro bollette. Uno degli obiettivi di questa Amministrazione è il proprio collegare la pista ciclabile che arriva dal Paese Alto al lungomare e la ringraziamo per l’attenzione.

Al consigliere Traini dico che non entro nel merito sull’opportunità dell’urgenza.

APPROVAZIONE PUNTI 5-6 CON 16 FAVOREVOLI E 9 CONTRARI

7 APPROVAZIONE RENDICONTO CONSOLIDATO 2021 COMPRENSIVO DEI RISULTATI DELL’ISTITUZIONE “A. VIVALDI”. 16 favorevoli 8 astenuti

****

8. ESAME ED APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI BILANCIO CONSOLIDATO RELATIVO ALL’ESERCIZIO 2021 DEL GRUPPO CITTA’ DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO

L’assessore Pellei espone la delibera. Il Bilancio Consolidato è un bilancio che si allarga oltre a quello del Comune anche a quello di tutte le società partecipate, “per avere un quadro complessivo del gruppo Amministrazione Pubblica”.

ANNALISA MARCHEGIANI EUROPA VERDE La Picenambiente è fuori dal controllo pubblico, tuttavia non ci può esimere dal controllare come si comporta Picenambiente, se agisce nella pulizia come da contratto. Allora dovremmo parlare anche di Multiservizi, una partecipata a controllo pubblico che non è mai passata in Consiglio Comunale per l’indirizzo. Vogliamo andare a vedere le assunzioni di Multiservizi? E dovremmo riparlare della Ciip, assessore non abbiamo dimenticato quando lei è andato a votare senza un indirizzo del Consiglio?

Per non parlare del Centro Agroalimentare, che addirittura viene ritenuto strategico. A cui prodest tutto questo? Il problema sollevato è l’eventuale conflitto della dirigente del Settore Risorse, che ha ricevuto l’incarico successivamente alle denunce del sindaco stesso, lo scorso dicembre.

Più che Palazzo di Cristallo il Comune è diventato Palazzo dei Veleni? Io vi chiedo semmai: è stato aperto un procedimento disciplinare? Questa non è una approvazione del Bilancio, è una guerra tra bande interno alla maggioranza e noi non ci vogliamo entrare, fate pace con il cervello, chiaritevi le idee. Esiste ancora una maggioranza?

GIORGIO DE VECCHIS chiede una mozione d’ordine sulla base dell’articolo 106 del Regolamento. Questa non è una guerra tra bande, questo è un interesse che dovrebbe avere ciascun cittadino e consigliere, lo ricordo a tutti specialmente al Segretario Generale, c’è un Codice di Comportamento e chiedo al Segretario che dia lettura degli articoli 6 e 7, poi dopo il presidente potrà valutare se la discussione che ne scaturirà potrà essere lesiva degli interessi patrimoniali del Comune o che possa essere lesiva della privacy di qualcuno e se quindi la discussione andrà secretata.

FANINI E IL SEGRETARIO chiedono a De Vecchis di leggere gli articoli e De Vecchis alza i toni: “E’ clamoroso che il segretario e il presidente del Consiglio non abbiano il regolamento”.

ZENOBI Segretario Comunale: “Non è mio compito leggerli, li legga lei”.

DE VECCHIS legge dallo smartphone l’articolo 6. Qui il Pdf:

De Vecchis ripercorre quanto avvenuto a partire dal 2018 sul tema Picenambiente, con le decisioni del Tar e poi della Corte dei Conti che su specifica richiesta del Comune di Grottammare afferma che Picenambiente è a controllo pubblico, poi anche l’Anac su richiesta del consigliere regionale Peppe Giorgini ha confermato…

DE VECCHIS: Segretario lei è scappato al quesito proposto, non so se mi ha risposto. Io adesso le ho mandato delle domande e aspetto delle risposte.

ZANIERI Io ho espresso un mio parere per iscritto ai consiglieri che hanno posto un quesito

(ancora botta e risposta con De Vecchis…)

Io ho scritto quanto approvato nella delibera del Comune del dicembre 2021, questa è approvata e oggi è in vigore. Il mio ragionamento è che stante questa delibera l’eventuale qualificazione diversa della Picenambiente Srl è di competenza del Consiglio Comunale. La giunta, avendo un indirizzo preciso del Consiglio, non può approvare una delibera in contrasto.

DE VECCHIS: Se lei ha ricevuto l’indirizzo del sindaco e risponde all’indirizzo del sindaco il problema è suo.

ZANIERI: L’amministrazione non mi ha dato alcun tipo di indirizzo in merito alla “perimetrazione” delle competenze del Comune, perché non è mio compito.

FANINI: Continuiamo la parola, chi vuole intervenire?

DE VECCHIS Io. Chiedo la secretazione della discussione perché si parla di questioni personali.

13 FAVOREVOLI ALLA SECRETAZIONE, 11 CONTRARI

FANINI: 10 minuti di interruzione per valutare la situazione da parte del segretario.

Si riprende e la discussione viene secretata con 13 favorevoli, 9 contrari e 1 astenuto

VIDEO https://www.facebook.com/Veratv.group/videos/1431056407304909

DOPO 30 MINUTI, DISCUSSO DELLA MOZIONE, SI TORNA A PORTE APERTE

BARBARA DE ASCANIIS (SAN BENEDETTO VIVA) Sappiamo che ci possono essere criticità tecniche e politiche in merito al controllo pubblico di Picenambiente ma crediamo che questa Amministrazione debba distinguersi dalle precedenti. In questi giorni abbiamo avuto dei colloqui con sindaco e giunta e ci sentiamo di poter continuare insieme questo percorso.

SIMONE DE VECCHIS (RIVOLUZIONE CIVILE) Durante la secretazione io ho chiesto al sindaco di ribadire gli impegni presi in maggioranza. Noi ci siamo presentati ai cittadini come amministrazione civica con un programma e degli obiettivi. Io fino adesso ho visto un abbozzo di questi obiettivi contornato da chiacchiere, personalismi e c’è un clima che non fa bene alla città. Sindaco è lei il capo dell’Amministrazione e le scelte sono in capo a lei. Possiamo decidere di buttare il bambino e l’acqua sporca, oppure passare dalle parole, fatte troppe soprattutto da lei e dalla giunta, e farsi un esame di coscienza collettivo, perché noi siamo qui per la città.

Noi come gruppo consiliare, sentito il segretario, decidiamo di non prendere parte alla discussione.

Si apre quindi un conteggio sui voti, la minoranza potrebbe votare contro, maggioranza a rischio?

LUCIANA BARLOCCI: quando siamo stati eletti nessuno di noi si aspettava questa corrida, come è. Io penso che una amministrazione, prima di farsi ricordare per opere grandiose, dovrebbe essere ricordata dai cittadini anche per il modo di gestione. Ci stiamo occupando di grandi cose. Le scelte a volte sono difficili e imbarazzanti, nella vita non si può piacere a tutti.

GIORGIO DE VECCHIS: mi ritrovo in una maggioranza che in Consiglio Comunale, nonostante una serie di avvertimenti, in questa situazione. C’è un problema di organizzazione burocratica in questo comune, e può vincere anche la persona più brava e più forte politicamente.

Non ci si impunta per un atto che potrebbe essere ritirato in questo momento senza mettere nessuno in imbarazzo. Se in questo comune e in questa aula qualcuno ha accettato la carica di consigliere comunale senza esserne all’altezza.

E’ aberrante che qualcuno oggi mi chieda di votare una delibera viziata da un conflitto di interesse grosso come una casa. Io in una maggioranza di questo tipo dove non valgono le regole, io non ci sto. Io non ci sono. Chiedo scusa alle colleghe del gruppo San Benedetto Viva, ma faccio politica da 25 anni basandomi su coerenza, onestà, rispetto delle regole e della legge.

Per mesi questa maggioranza è stata ferma, io non mi permetterei mai di ostacolare questa maggioranza, vi libero dal problema, comunico ufficialmente le mie dimissioni come capogruppo e il mio passaggio nel Gruppo Misto ma non con il capogruppo Pasquali perché non sta all’opposizione e voglio partecipare alle commissioni.

Caro Spazzafumo, siccome ritieni che sono un ostacolo, mi aspetto che domani farei correre questo comune ma non sarai in grado, perché sei comandato dalla burocrazia. Siamo stati tutti a favore del controllo pubblico di Picenambiente ma all’improvviso non lo possiamo dire.

BOTTIGLIERI: non posso approvare il Bilancio Consolidato se all’interno non è inserita Picenambiente. Voto contrario.

SPAZZAFUMO: confermo di voler attivare un percorso che porterà la Picenambiente a controllo pubblico, è un impegno preso dai consiglieri. Noi abbiamo predicato trasparenza e correttezza in campagna elettorale, nelle ultime tre settimane non ho mai parlato perché ho cercato di mettere insieme i dati per arrivare ad una conclusione. Io non mi sono mai tirato indietro, sono a posto con la mia coscienza. A me non interessano i voti, sono venuto qui perché avevo ed ho un progetto per questa città, lo sto portando avanti con molta fatica, ho momenti di sconforto assoluto perché ci sono persone che non seguono.

Ma io vado sempre avanti, io accolgo anche i consiglieri che propongono aspetti contrari, è il mio stile di vita. La mia integrità morale continuerà in questo comune se ce ne sarà bisogno, altrimenti decideranno i sambenedettesi, io sono dalla loro parte. Ci sono persone che non hanno mai parlato in campagna elettorale e adesso parlano da dieci mesi.

Mi dispiace la considerazione della consigliera Marchegiani, qui non c’è una guerra tra bande. Mi dispiace se Giorgio De Vecchis va all’opposizione perché io lo stimo, e lui lo sa. Magari ci darà uno stimolo a fare meglio. I consiglieri giovani, inesperti come me, ci stanno mettendo l’anima.

Poi se qualcuno non si trova nelle nostre idee comuni non ci posso fare nulla.

Io mi sono messo in gioco per un progetto politico e civico per la città, non siamo bravi magari a gestire perché con un partito è sicuramente più facile. Gli errori se ne fanno, io magari ne ho fatti tanti, ma cambio opinione se ci sono i consigli giusti.

Per questa delibera abbiamo parlato a lungo, se poi ci dicono che non ci sono informazioni, noi le abbiamo date, se poi non sono arrivate ai gruppi magari è colpa dei capigruppo.

Io ci credo, perché in squadra abbiamo le persone giuste e motivate. Se sbagliamo, andremo in minoranza, non è un problema.

GISELDA MANCANIELLO Le odierne rassicurazioni del sindaco ci convincono di continuare a dare il nostro apporto alla maggioranza.

GIORGIO DE VECCHIS Sindaco il suo è un bel discorso, condito di troppi “io”, forse quello è il problema. Ripeto la domanda: è allucinante che uno che ha fatto un discorso sui principi morali questa sera mi chieda di votare una delibera per la quale non c’è alcuna urgenza, obblighi a votare una delibera nella quale c’è un clamoroso conflitto di interessi. Chiedo che questa dichiarazione venga messa a verbale nel corpo della delibera. Sono costretto a votare contro.

ANDREA TRAINI Più che un voto sul Bilancio consolidato questo è un voto sulla Picenambiente, per capire se deve o no essere a controllo pubblico. Ma questo è un voto sulla maggioranza, se regge o meno. Noi di centrodestra non vogliamo prendere parte delle fazioni di maggioranza e quindi ci asterremo.

12 favorevoli, 2 contrari, 3 astenuti, 7 non voti.

leave a reply