Aggressione Omofoba del 2017 a Pescara, condannato a un anno di reclusione il picchiatore

(Foto fb Scumm)

PESCARA – Risale al 2017 l’aggressione ‘omofoba’ ai danni di alcuni frequentatori del circolo Arci Scumm di Pescara Vecchia. E’ arrivata questa mattina (venerdì 30 settembre), così come fa sapere tramite una nota l’Arci, la sentenza del Tribunale di Pescara: Lorenzo Di Flaviano è stato condannato per il reato a lui ascritto alla pena di  1 anno di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali con non menzione della pena sospesa.

Il condannato dovrà a risarcire le parti civili con 5000 euro a favore dell’aggredito e 500 a favore di Arci. Condannato altresì Di Flaviano a restituire alle parti civili le spese da loro sostenute per 3.420 euro per ciascuna parte civile.

Il condannato e con lui altre persone “Aggredirono improvvisamente le vittime con calci e pugni”, veniva specificato nel provvedimento giudiziario del 2017, “con la motivazione di essere, essi aggressori, “fascisti e razzisti”, allusiva alla circostanza che l’aggredito si presentava quale frequentatore del Circolo Arci “Scumm”, all’esterno del quale campeggiava la scritta in inglese, dal seguente tenore: “Se sei razzista, sessista, omofobo non entrare”.

“La condanna costituisce una vittoria per l’intera società e per i diritti di ogni cittadino ed essere umano”, si legge nella nota.

Il consigliere comunale Giovanni Di Iacovo, sulla propria pagina facebook, dice: “un forte abbraccio ai miei due amici vittime di questa aggressione. La condanna non li riparerà trauma subito, ma è importante che si sappia che certa violenza balorda non rimane impunita”.

leave a reply