Pesaro – Unicef lancia “Diamoci una mossa”, settimana mondiale di sostegno all’allattamento

PESARO. Nel mondo meno della metà dei neonati viene allattata nella prima ora di vita, una condizione che li rende più vulnerabili alle malattie e alla morte. E solo il 44 per cento viene allattato esclusivamente nei primi sei mesi di vita, un dato inferiore all’obiettivo che si è posto l’Assemblea Mondiale della Sanità entro il 2025. Per questo l’Unicef lancia “Diamoci una mossa”, la settimana mondiale di sostegno all’allattamento che ha preso il via in tutta Italia e che trova il Comitato provinciale di Pesaro in prima linea, con il servizio di Baby Pit Stop, l’unico esistente nel capoluogo, in via Mazzolari 8 che permette alle neomamme di uscire con i loro piccoli in sicurezza perché possono accudire, allattare e cambiare i pannolini al proprio bambino con la massima tranquillità e riservatezza in un locale con tutti i comfort adeguati, allestito e messo liberamente a disposizione grazie anche all’intervento del Soroptimist di Pesaro.
In particolare, dell’importanza dell’allattamento si parlerà mercoledì 5 ottobre dalle 17 alle 19 proprio nella sede dell’Unicef di Pesaro in via Mazzolari con Enrica Pedoni e Vincenzo Lorenzi dell’Associazione “Nasce una mamma” che interverrà sulla necessità di una rete di sostegno nella gravidanza e nel post parto. A seguire Barbara Bellini Benini, past presidente de La Leche League Italia, parlerà dell’importanza dei primi mesi di vita con il bambino, del rapporto tra l’allattamento e il lavoro, spiegherà l’alimentazione complementare e svelerà i falsi miti. Le neomamme e le future mamme sono invitate.
“E’ importante proteggere, promuovere e sostenere l’allattamento – spiega Carmela Pace, presidente dell’Unicef Italia – in quanto è il primo sistema alimentare naturale e sostenibile del nostro pianeta; garantisce una fonte di cibo sicura, nutriente e accessibile per i neonati e i bambini piccoli; offre una potente linea di difesa contro le malattie e tutte le forme di malnutrizione infantile, compresa quella acuta; funge da primo vaccino per il bambino proteggendolo dalle comuni malattie infantili”. E’ ormai noto che ’allattamento salva vite umane e protegge i bambini da infezioni mortali, per questo anche un piccolo posto all’interno di strutture sicure come l’Unicef, può accogliere e contribuire a migliorare la vita al neonato e alle neomamme.

leave a reply