Valle Castellana-La Provincia riapre le strade, Di Bonaventura:”Abbiamo garantito da venerdì l’accessibilità nelle zone montane”

Spread the love

“Macchia da Sole e Macchia da Borea sono state appena riaperte passando da Vallenquina e le frazioni di Valle Castellana non sono più isolate dalle ore 17 circa – dichiara il Presidente della Provincia, Diego Di Bonaventura -. Nel territorio di Valle Castellana stiamo lavorando duramente da ore e anche a rischio dell’incolumità delle squadre per gestire un’emergenza e, in questo contesto, sarebbe bene evitare di divulgare notizie inesatte e fuori luogo. Da venerdì sera abbiamo puntualmente garantito l’accessibilità a tutte le località montane grazie al lavoro senza sosta delle ditte incaricate coordinate dal nucleo viabilità dell’Ente. Dalle primissime ore di questa mattina le squadre erano al lavoro per garantire il regolare transito su tutte le strade e riscontrando particolari criticità sulla Sp 52, dove si sono formate alcune slavine che hanno isolato l’abitato di Macchia da Sole e altre frazioni. La ditta impegnata in quel tratto ha lanciato l’allarme e chiesto aiuto perché era rimasta bloccata dalle slavine. Immediatamente abbiamo attivato altre ditte già contrattualizzate dalla Provincia per intervenire sul posto con mezzi più potenti di quelli già in uso, per raggiungere Macchia da Sole dai due versanti. Tutti sono stati messi al corrente in tempo reale della criticità della situazione, tanto che già dalle nove e mezza abbiamo allertato i Vigili del Fuoco e il Sindaco D’Angelo, che nel primo pomeriggio ha disposto l’evacuazione delle frazioni. Nessuno ha la bacchetta magica o il mantello da supereroe, ma la situazione ora è in corso di risoluzione. Il nostro metodo, anche dall’esperienza che abbiamo maturato in questi anni, è appunto quello di lavorare a testa bassa per risolvere e superare l’emergenza sperando di trovare la collaborazione di tutti, poi semmai si rilasciano dichiarazioni. Ringrazio la Prefettura per la collaborazione, i Vigili del Fuoco e i funzionari dell’Ente che, insieme alle squadre, sono intervenuti sul posto”.

leave a reply